22 ottobre 2016

Pratica collaborativa

Che cos’è la Pratica Collaborativa

– E’ un procedimento non contenzioso di risoluzione dei conflitti.

– E’ un procedimento che pone l’accento sui bisogni e gli interessi delle parti.

– E’ un procedimento nel quale le patri sono protagoniste nella ricerca di soluzioni condivise.

– E’ un procedimento caratterizzato dalla massima trasparenza e dalla condivisione delle informazioni rilevanti.

Perchè scegliere la Pratica Collaborativa
  • Perchè i clienti, con l’aiuto e l’assistenza dei loro avvocati e degli altri professionisti coinvolti (commercialisti, esperti delle relazioni familiari, esperti dell’età evolutiva o facilitatori della comunicazione), controllano il procedimento.
  • Perché si lavora in un clima di cooperazione e di fiducia che riduce la tensione emotiva del conflitto.
  • Perché ogni parte è consigliata e assistita dal suo avvocato.
  • Perché entrambe le parti possono avvalersi di esperti neutrali.
  • Perché tutti i professionisti coinvolti lavorano insieme come una squadra.
  • Perché le parti possono concentrarsi sulla ricerca di soluzioni condivise senza pressioni o condizionamenti connessi alla minaccia di ricorso al tribunale.
  • Perché il procedimento collaborativo è più rapido di quello giudiziale.